Spirometria cos’è?

Tempo di lettura: 2 minuti

La spirometria serve a misurare il flusso d’aria che esce dai polmoni in termini di velocità e volume. Ovvero si rileva sia la capacità dei polmoni di incamerare aria, e (assieme ai bronchi) di espellerla.

Più nel dettaglio, i dati principali che vengono rilevati sono:

  • Volume d’aria totale espulso (FVC)
  • Il maggior flusso mantenuto per 10 millisecondi (PEF)
  •  Volume d’aria espulso in 1 secondo (VEMS/FEV1)

Questi servono a dare una diagnosi differenziale per patologie ostruttive (vie aeree bloccate) e restrittive (vie aeree incapaci di espandersi/poco elastiche).

Come funziona la respirazione?

Prima di entrare nel dettaglio di come funziona la spirometria è importate chiarire come funziona il nostro apparato respiratorio e quali possono essere i problemi legato ad esso.

Per sopravvivere, ogni giorno introduciamo circa 13l d’aria e basta qualche minuto senza ossigeno per causare al corpo danni irreversibili, fino alla morte.

Ma dove finisce tutta quest’ aria inspirata?

 

apparato respiratorio

Il ciclo della respirazione inizia con l’inspirazione che permette all’aria di entrare attraverso le narici e arrivare all’ingresso della gola, qui incontra il velopendulo. Quest’ultimo è un’appendice di tessuto che se si affloscia durante il sonno blocca il passaggio, causando russamento.

Superato il primo ostacolo l’aria incontra l’epiglottide, una valvola che smista aria e cibo, indirizzando la prima nella trachea e il secondo nello stomaco. 

La trachea filtra l’aria dai corpi estranei, trattenuti nel muco e nelle cellule cigliate sulla sua parete,  inoltre regola temperatura e umidità dell’aria prima che arrivi ai polmoni.

L’aria arriva ora ai bronchi, contenuti nei polmoni, i quali rimangono in tensione grazie alle pleure (pareti) viscerale (interna) e parietale (adesa al torace).

I bronchi contenuti nei polmoni possono essere immaginati come tronchi d’albero che via via si diramano in rami sempre più piccoli, fino ad arrivare alle foglie, che corrispondono agli alveoli.

E’ proprio negli alveoli che avviene il processo essenziale della respirazione, ossia lo scambio di ossigeno/anidride carbonica tra sangue e atmosfera.
Gli alveoli incamerano aria e consentono che l’ossigeno in essa contenuto passi al sangue (sono ipervascolarizzati), che al contempo viene ripulito dall’anidride carbonica generata dai processi di respirazione cellulare.

L’aria priva di ossigeno e caricata di anidride carbonica viene a questo punto espulsa tramite espirazione, durante questa fase i polmoni si “schiacciano” permettere all’aria di uscire.

La spirometria è un esame di prima istanza che permette di analizzare il corretto funzionamento del flusso d’aria nel nostro apparato respiratorio

ciclo della respirazione

Cosa rileva la spirometria e perché farla?

La spirometria permette di rilevare vari dati che sostanzialmente indicano volumi e capacità polmonari (somme di volumi). I volumi sono:

Statici ovvero:

  • Corrente (aria mobilizzata per ciascuna inspirazione e espirazione)
  • Riserva (aria che può ancora essere introdotta con un’inspirazione forzata dopo un’inspirazione normale)
  • Riserva espiratorio (aria che può ancora essere espulsa con un’espirazione forzata dopo un’espirazione normale)
  • Residuo (aria rimanente nei polmoni dopo un’espirazione forzata)

Dinamici ovvero:

Indicano le resistenze incontrate dall’aria nelle vie aeree e la ridotta elasticità del polmone 

Grazie ai dati raccolti la spirometria consente di diagnosticare patologie dell’apparato respiratorio:

  • Fibrosi cistica
  • Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO)
  • Fibrosi Polmonare
  • Asma bronchiale
  • Enfisema polmonare

Quando fare una spirometria e come si esegue?

L’esame della spirometria andrebbe eseguito in caso di:

  • Post operazione al cuore e/o polmoni
  • Ambiente di lavoro a contatto con polveri,vapori e fumi
  • Difficoltà respiratorie (dispnea)
  • Tosse persistente
  • Produzione eccessiva di muco/catarro respiro sibilante
  • Fiato corto
  • Oppressione al torace
  • Debolezza
  • Disturbi del sonno
  • Respiro sibilante

 

Per l’esame della spirometria non è necessario alcuna preparazione particolare, è un esame molto semplice non invasivo e indolore. Se il paziente sta assumendo farmaci per patologie respiratorie come broncodilatatori, bisognerà chiedere al medico, che prescrive l’esame, se la terapia deve essere sospesa per eseguire l’analisi.

Nel dettaglio l’analisi della spirometria prevede che il paziente, con il naso tappato da una clip nasale, debba inspirare attraverso un boccaglio fino a riempire al massimo i polmoni e successivamente espirare velocemente tutta l’aria incamerata.

Per fare ciò è necessario che il paziente riesca ad emettere almeno 3 forti respiri all’interno dello spirometro, per questo motivo non tutti riescono ad eseguire correttamente la procedura al primo colpo.

Per evitare errori è bene che il boccaglio venga stretto saldamente, che non ci siano esitazioni all’inizio dello sforzo espiratorio e che quest’ultimo prosegua per un adeguato periodo di tempo.

Bisogna avere l’accortezza di sospendere i farmaci antistaminici/broncodilatatori per inalazione almeno 8-12 ore prima di sottoporsi alla spirometria.

Inoltre sussistono alcune controindicazioni all’esame (poiché é richiesto al paziente di sforzarsi nell’espirazione):

  • Malattie cardiovascolari instabili/Angina pectoris/Aneurismi/Embolia
  • Interventi cataratta
  • Nausea e vomito
  • Recenti traumi addome/torace
  • Recenti episodi infettivi
spirometria cosa serve

Quanto tempo occorre per eseguire la spirometria ?

L’esame della spirometria di per sé richiede poco tempo, infatti una volta registrati i dati, il tempo necessario è solo quello per effettuare un numero medio di tre inspirazioni e successive espirazioni.

Tuttavia spesso risulta necessario ripetere le espirazioni più volte perché troppo brevi o deboli, per questo é importante che il paziente capisca bene la tecnica di espirazione.

In questi casi la spirometria può richiedere anche 20 minuti, soprattutto per dare tempo al paziente di riprendere fiato, letteralmente, tra una prova e l’altra.

Quanto costa la spirometria e dove farla ?

La spirometria può essere effettuata in regime mutualistico, questa modalità richiede però solitamente tempi d’attesa molto lunghi anche di diversi mesi. In alternativa a pagamento presso uno studio privato.

Noi di Diagnostica Medica Veloce effettuiamo la spirometria su tutta Roma e Castelli Romani, presso l’abitazione di chi lo richiede, in totale sicurezza e con personale specializzato.

I tempi di attesa per avere l’appuntamento sono in media di un giorno e i risultati sono disponibili dopo 24 ore e condivisi direttamente per email in formato pdf, facilmente condivisibile con il proprio medico.

Il ticket per effettuare la spirometria con il Sistema Sanitario Nazionale si aggira attorno ai  euro 25 euro.

Da uno specialista privato il costo medio è circa 64 euro e può arrivare oltre i 100 euro.

Con noi di Diagnostica Medica Veloce il costo per la spirometria è di 80 euro, comprensivo di referto redatto da un pneumologo

Puoi prenotare la tua spirometria a domicilio direttamente tramite emailtelefono o whatsapp e concordare con noi la data, ora e luogo in cui eseguire l’analisi.

Email [email protected]

Tel. 3347229925

Whatsapp 3347229925

Il Servizio di analisi a domicilio è attivo dal Lunedì al Sabato dalle 08:00 alle 19:00. Qualora si necessiti del servizio in differenti orari potete esporci la vostra esigenza e cercheremo di soddisfare la richiesta nel migliore dei modi

I risultati della spirometria, saranno disponibili entro 24 ore, verranno spedi tramite email all’indirizzo fornito in fase di prenotazione

Il pagamento avverrà comodamente on-line tramite PayPal o carta di credito o altrimenti con Pos direttamente a casa tua.

Zone coperte dal servizio di analisi mediche a domicilio

Il nostro servizio di spirometria a domicilio copre la zona di Roma e dei Castelli Romani nello specifico: • Roma all’interno del GRA • CiampinoFrascatiGrottaferrataMarinoAricciaNemiGenzanoRocca priora.

Per maggiori informazioni sulla zona di copertura contattaci e facci sapere dove vorresti avere il servizio.

Prenota la tua analisi
diagnostica medica veloce paypal pagamento
diagnostica medica veloce stripe pagamento

Informazioni Utili

  • infermiere diagnostica medica veloce

infermiere a domicilio

Cosa fa un Infermiere a Domicilio? Tempo di lettura: 3 minuti L'infermiere a domicilio anche definito infermiere di famiglia, è un professionista sanitario specializzato che interviene direttamente a casa del paziente [...]

  • pressione alta diagnostica medica veloce dmv2

Pressione alta

Pressione alta cosa significa Tempo di lettura: 2 minuti La pressione alta o anche detta ipertensione, non è altro che un aumento fuori dai valori normali della pressione arteriosa. La pressione arteriosa [...]

  • apnea notturna

Apnea notturna

Apnea notturna cos'è Tempo di lettura: 2 minuti Quando avviene un arresto della respirazione durante il sonno, siamo in presenza di un' apnea notturna, che può dividersi in apnea centrale o apnea ostruttiva ( [...]