Cos’è l’ holter pressorio

Tempo di lettura: 4 minuti

L’ holter pressorio è un esame che permette di tenere sotto monitoraggio la pressione arteriosa lungo il corso di un’intera giornata.

Lo strumento che misura la pressione è detto sfigmomanometro. L’ holter pressorio , una volta indossato dal paziente, si gonfia e sgonfia autonomamente ad intervalli regolari, registrando nella memoria interna il risultato di ogni misurazione.

Prima di entrare nei dettagli di come funziona l’ holter pressorio e perchè farlo, è bene spiegare che cos’è la pressione arteriosa e quali sono i parametri da tenere monitorati e i rischi connessi ai problemi di pressione.

holter pressorio

holter pressorio indossato

Cos’è la pressione arteriosa ?

Possiamo definire la pressione arteriosa come la forza con cui il sangue viene pompato all’interno dei vasi sanguigni e, come dice il nome, con pressione arteriosa ci riferiamo a quella misurata nelle arterie.

La pressione arteriosa dipende quindi dalla quantità di sangue che il cuore pompa nelle arterie e da quanta resistenza viene opposta al flusso.

Se lo spazio all’interno del lume vascolare si restringe e viene ostacolato lo scorrere del sangue la pressione aumenta.

Il caldo invece dilata le vene, quindi lo spazio a disposizione del sangue per scorrere aumenta, di conseguenza la pressione si abbassa.

In fisica ciò si traduce nella legge PRESSIONE=FORZA/SUPERFICIE, ossia se la superficie è ampia la pressione è ridotta e viceversa.

Cos’è la pressione minima o massima?

Per pressione arteriosa massima o sistolica si intende il momento in cui il cuore, contraendosi (sistole), pompa il sangue nell’arteria aorta che avendo pareti elastiche si dilata.

Per pressione arteriosa minima o diastolica si intende il momento in cui il cuore si rilassa, svuotandosi (diastole), e torna a riempirsi prima di una nuova contrazione, in questa fase l’aorta si restringe perché meno irrorata.

Per quanto visto sopra, appare logico che la pressione massima aumenta quando il lume arterioso presenta ostacoli (come una placca) o le pareti risultano poco elastiche.
La pressione minima aumenta quando il flusso sanguigno è ostacolato in periferia ovvero l’aorta impiega più tempo a svuotarsi e la pressione al suo interno aumenta.

Nella maggior parte dei casi la pressione minima alta non causa sintomi particolari. Al contrario, una pressione arteriosa massima elevata si manifesta spesso con i tipici sintomi come battiti irregolari, vista oscurata, giramenti di testa ecc.

Tuttavia pressione troppo alta o troppo bassa non sono gli unici valori a cui bisogna prestare attenzione, infatti anche una pressione arteriosa irregolare, ossia con sbalzi troppo elevati tra la minima e la massima (oltre i 30-40 mmHG) é pericolosa. L’ holter pressorio è un valido strumento per tenere monitorata la pressione in caso di problemi.

Quali sono le conseguenze di una pressione arteriosa fuori dai valori?

L’ipotensione, ovvero quando la pressione del sangue è molto più bassa rispetto ai valori considerati normali, porta a debolezza e svenimenti improvvisi che possono portare danni molto gravi, si pensi per esempio se ciò dovesse accadere mentre si è alla guida.

Ma é la pressione elevata e/o irregolare ad essere considerata quella più pericolosa.

La pareti interne delle arterie sono rivestite da un tessuto detto endotelio. L’endotelio è liscio per favorire un migliore scorrimento del sangue all’interno del vaso. Quando la pressione è troppo alta e quindi il flusso troppo vigoroso, l’endotelio rischia di danneggiarsi.

Lo stesso avviene in caso il flusso cambi di colpo passando in continuazione da debole a forte e viceversa. Immaginate una canna dell’acqua che deve continuare ad adattarsi a diversi volumi e velocità di flusso: la superficie interna col tempo tenderà a strapparsi.

A questo punto la parete non sarà più liscia e sotto questi piccoli “strappi” potranno  insediarsi quelli che nell’esempio della canna possiamo immaginare come sedimenti, e che nel nostro corpo corrispondono a residui di grasso e colesterolo.

Una volta che una molecola di grasso si è instaurata inizia il processo infiammatorio che richiama le cellule macrofagi, deputate a fagocitare i corpi estranei.
I macrofagi, fagocitando i lipidi “incastrati” nel vaso, diventano cellule schiumose. 

A questo punto si verifica una migrazione e proliferazione di cellule muscolari lisce, le quali formano una specie di rivestimento rigido attorno alla placca aterosclerotica.

Questa placca può ostruire fino al 90% del lume, bloccando quindi quasi del tutto il passaggio di sangue. Le conseguenze più gravi sono infarto ed ictus.

l’ holter pressorio è uno degli strumenti migliori per il controllo della pressione.

flusso del sangue nel arteria

Ostruzione del sangue nelle arterie

Quando si verifica un trombo ?

Se la parete della placca si rompe, il sangue entra in contatto con il grasso in essa accumulato e si crea un coagulo sanguigno, ossia il trombo.

Il trombo non si forma solo in corrispondenza delle placche ma anche direttamente sull’endotelio danneggiato, oppure in caso di stasi o turbolenza del flusso.

Mentre la placca aterosclerotica riguarda solo le arterie, la trombosi colpisce sia arterie (trombosi arteriosa) che vene (trombosi venosa). Quando viene bloccato l’afflusso di sangue a un organo vitale le conseguenze sono spesso mortali.

Dal trombo possono staccarsi dei frammenti, detti emboli. L’embolo viaggia nel lume dell’arteria fino a che non incontra un ostacolo come una diramazione o un restringimento del diametro (passa da arteria a vena). Quando tale evenienza si verifica l’embolo tappa il vaso impedendo o rallentando lo scorrere del sangue da quel punto in poi. L’embolia polmonare è la conseguenza più grave della trombosi venosa.

Perché fare l’ holter pressorio ?

L’ holter pressorio delle 24 ore va eseguito quando è necessario avere informazioni più dettagliate, precise e veritiere sugli andamenti pressori, non ottenibili con la misurazione classica della pressione.

In quanto, con il misuramento normale della pressione, “fotografiamo” la situazione pressoria al momento esatto che eseguiamo l’analisi, questo ci fornisce dei dati parziali che potrebbero essere stati causati da un evento sporadico e quindi non riconducibile a patologie.

Con l’ holter pressorio 24 ore, invece, abbiamo dei dati più completi che ci permettono di rilevare diverse patologie come:

L’ holter pressorio come funziona?

Per capire l’ holter pressorio come funziona possiamo paragonarlo ad un misuratore di pressione normale ma con alcune differenze.

L’ holter pressorio è un’ analisi non invasiva e non dolorosa, non sarà necessaria alcuna preparazione ed è privo di rischi. Si applica al paziente un piccolo apparecchio, che viene fissato in vita, e un bracciale che dovranno essere indossati per 24 ore. Durante l’ holter pressorio la pressione sarà misurata automaticamente ogni 15 minuti di giorno e ogni 30 minuti di notte.

Nello specifico, viene applicato attorno al braccio sinistro del paziente un bracciale, come quello per la misurazione normale della pressione.

Il bracciale si gonfierà e sgonfierà ad intervalli regolari, interrompendo momentaneamente il flusso del sangue per misurare la pressione massima e minima.

Gli apparecchi per la misurazione della pressione più moderni, come appunto l’ holter pressorio, sono elettronici, ossia si gonfiano e sgonfiano autonomamente e registrano i dati. 

Per installare l’ holter pressorio al braccio del paziente occorrono pochi minuti, poi dovranno trascorrere 24 ore, durante le quali la pressione viene registrata ad intervalli di tempo precisi (solitamente 15 o 30 minuti).

Con l’ holter pressorio i risultati sono disponibili dopo il controllo da parte del cardiologo che analizzando le variazioni della pressione registrate dall’ holter e confrontandoli con il diario pressorio, redatto dal paziente, redige il referto evidenziando eventuali anomalie.

Una delle domande più frequenti è durante l’ holter pressorio come dormire ? Non bisogna adottare nessuna precauzione particolare se non quella di evitare di dormire sopra il bracciale o in posizioni che potrebbero far staccare l’ holter da bracciale.

Quando fare l’ holter pressorio ?

L’ holter pressorio andrebbe eseguito in caso di sintomi associabili a sbalzi di pressione che avvengono con frequenza quali:

  • Vertigini
  • Palpitazioni
  • Sudorazione
  • Giramenti di testa
  • Sincopi
  • Debolezza
  • Tachicardia
  • Acufeni
  • Visione poco nitida
  • Epistassi

Holter pressorio cosa non fare ?

Per far si che l’esame dell’ holter pressorio venga eseguito correttamente è necessario che:

  • Non vengano bagnato holter pertanto vanno evitate docce, ma ci si potrà lavare a pezzi stando attenti.
  • Evitare di compiere movimenti che potrebbero far staccare l’ holter pressorio ovvero evitare di fare attività sportiva o lavori troppo fisici.
  • Cercare di rimanere più fermi possibile mentre l’ holter esegue le misurazione della pressione arteriosa
  • Lasciare lo sfigmomanometro nella sua tasca.
  • Non indossare vestiti stretti sopra il bracciale per evitare che non si gonfi correttamente

Dove e quanto costa fare l’ holter pressorio ?

L’ holter pressorio può essere effettuato in regime mutualistico, questa modalità richiede però solitamente tempi d’attesa molto lunghi anche di diversi mesi. In alternativa a pagamento presso uno studio privato.

Noi di Diagnostica Medica Veloce effettuiamo l’ holter pressorio direttamente a domicilio su tutta Roma e Castelli Romani, presso l’abitazione di chi lo richiede, in totale sicurezza e con personale specializzato.

I tempi di attesa per avere l’appuntamento per un holter pressorio sono in media di un giorno e i risultati sono disponibili dopo 24 ore e condivisi direttamente per email in formato pdf, facilmente condivisibile con il proprio medico.

Da uno specialista privato il costo medio è circa 80 euro ma può arrivare oltre i 100 euro.

Con noi di Diagnostica Medica Veloce il costo per l’ holter pressorio è di 80 euro, comprensivo di referto con tracciato, redatto da un cardiologo specializzato.

Puoi prenotare il tuo holter pressorio a domicilio direttamente tramite emailtelefono o whatsapp e concordare con noi la data, ora e luogo in cui eseguire l’analisi.

Email [email protected]amedicaveloce.it

Tel. 3347229925

Whatsapp 3347229925

Il Servizio di analisi a domicilio è attivo dal Lunedì al Sabato dalle 08:00 alle 19:00. Qualora si necessiti del servizio in differenti orari potete esporci la vostra esigenza e cercheremo di soddisfare la richiesta nel migliore dei modi

I risultati dell’ holter pressorio, saranno disponibili entro 24 ore, verranno spedi tramite email all’indirizzo fornito in fase di prenotazione

Il pagamento avverràcomodamente on-line tramite PayPal o carta di credito o altrimenti con Pos direttamente a casa tua.

Zone coperte dal servizio di analisi mediche a domicilio

Il nostro servizio di holter pressorio a domicilio copre la zona di Roma e dei Castelli Romani nello specifico: • Roma all’interno del GRA • CiampinoFrascatiGrottaferrataMarinoAricciaNemiGenzanoRocca priora.

Per maggiori informazioni sulla zona di copertura contattaci e facci sapere dove vorresti avere il servizio.

Prenota la tua analisi
diagnostica medica veloce paypal pagamento
diagnostica medica veloce stripe pagamento

Informazioni Utili

  • infermiere diagnostica medica veloce

infermiere a domicilio

Cosa fa un Infermiere a Domicilio? Tempo di lettura: 3 minuti L'infermiere a domicilio anche definito infermiere di famiglia, è un professionista sanitario specializzato che interviene direttamente a casa del paziente [...]

  • pressione alta diagnostica medica veloce dmv2

Pressione alta

Pressione alta cosa significa Tempo di lettura: 2 minuti La pressione alta o anche detta ipertensione, non è altro che un aumento fuori dai valori normali della pressione arteriosa. La pressione arteriosa [...]

  • apnea notturna

Apnea notturna

Apnea notturna cos'è Tempo di lettura: 2 minuti Quando avviene un arresto della respirazione durante il sonno, siamo in presenza di un' apnea notturna, che può dividersi in apnea centrale o apnea ostruttiva ( [...]